RDFizers

3 febbraio 2008

Dopo la lettura dell’articolo sul semantic web pubblicato sul numero di febbraio di Le Scienze ho iniziato una breve sessione “tematica” di navigazione sul web. Tra le altre cose mi sono imbattuto negli RDFizers. Nati all’interno del progetto SIMILE dell’MIT sono strumenti che consentono la traduzione in RDF di vari formati di dati: quelli che nascono già altamente strutturati come l’Exif delle foto digitali o il MIME dei messaggi email possono venire tradotti in maniera automatica mentre per altri è necessario l’intervento dell’utente.

Lo scopo degli RDFizers — molti dei quali creati da Stefano Mazzocchi — è quello di ampliare la base di risorse RDF nel web fino ad arrivare — insieme ad altre iniziative come quella dei microformati — a quella “massa critica” in grado di favorire lo sviluppo su vasta scala di applicazioni e progetti legati al web semantico.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.