Una vita negata. La seconda.

Per seguire lezioni e seminari dell’ unAcademy (Accademia non Convenzionale della Cultura Digitale) avevo deciso finalmente di entrare in Second Life. Scopro però che non ne ho i requisiti (tecnici). Malgrado il mio laptop sia nuovo (Dell Inspiron 1720, Intel(R) Core(TM) 2 Duo CPU, 1.80 GHz, 1 GB Ram, 32 bit) la mia scheda grafica […]

Il protocollo del prosumer

Nick Starr, a causa della nuova funzionalità IMAP, ha visto il suo account GMail disabilitato. Come molti di noi avrebbero fatto, si è rivolto a Google per protestare. Ma non potendo utilizzare la posta elettronica ha adottato un protocollo di comunicazione particolare: ha incollato la sua lettera al portone d’ingresso del quartier generale di Google […]

I social media come strumento di ricerca

With the rise of social media, however, many people are, for their own purposes, generating exactly this kind of data for us traces of their communicative interactions as they work out their thoughts about matters of common concern. They are doing so on a wide range of subjects, under a wide range of different institutional […]

Cultura convergente: appunti per una recensione 2/3

Il secondo capitolo è incentrato su due modificazioni, due evoluzioni contemporanee (stile preda-predatore…): · l’ utente/consumatore attivo, il prosumer, che entra nelle dinamiche di prodotti audiovisivi (e loro derivati) come serie televisive, reality, saghe cinematografiche, gare di talenti creando comunità attente, partecipi ma anche severe e volubili. · i brand si trasformano in lovemarks, entità […]

Cultura convergente: appunti per una recensione 1/3

Un nuovo tipo di recensione: la recensione seriale. Leggo, prendo appunti, li condivido. Henry Jenkins è direttore del Comparative Media Studies Program del MIT. Cultura convergente (Apogeo, 2007), secondo la prefazione del collettivo Wu Ming è un saggio in cui “ogni oscurità concettuale si fa cristallina”. La cultura popolare/di massa che deborda dal flusso principale […]

Wikipedia e il buon samaritano

Una ricerca (Department of Computer Science, Dartmouth College) sulla qualità dei contributi in Wikipedia fornisce una conferma ed un risultato inatteso. La qualità dei contributi degli utenti registrati cresce all’aumentare dei contributi stessi; questo era prevedibile, visto che chi si registra si suppone abbia interesse ad impegnarsi nella community dei wikipediani e/o ad accrescere la […]