RDFizers

Dopo la lettura dell’articolo sul semantic web pubblicato sul numero di febbraio di Le Scienze ho iniziato una breve sessione “tematica” di navigazione sul web. Tra le altre cose mi sono imbattuto negli RDFizers. Nati all’interno del progetto SIMILE dell’MIT sono strumenti che consentono la traduzione in RDF di vari formati di dati: quelli che nascono già altamente strutturati come l’Exif delle foto digitali o il MIME dei messaggi email possono venire tradotti in maniera automatica mentre per altri è necessario l’intervento dell’utente.

Lo scopo degli RDFizers — molti dei quali creati da Stefano Mazzocchi — è quello di ampliare la base di risorse RDF nel web fino ad arrivare — insieme ad altre iniziative come quella dei microformati — a quella “massa critica” in grado di favorire lo sviluppo su vasta scala di applicazioni e progetti legati al web semantico.

2 thoughts on “RDFizers

  1. Certamente un bell’articolo quello pubblicato su Repubblica ma ancora, a mio avviso, sfugge il senso di ciò che dovrebbe rappresentare il web 2.0… ma questo è un altro discorso. Ottima segnalazione l’iniziativa supportat da Stefano Mazzocchi, la guarderò con attenzione. Grazie.

  2. Sto leggendo in questi giorni “Web 2.0
    – I consigli dei principali esperti italiani e internazionali per affrontare le nuove sfide” ( http://tinyurl.com/34smc6 ), curato da Vito Di Bari. Una raccolta di mini-saggi che definisce lo stato dell’arte del web 2.0. Dalla lettura delle prime pagine sembra un ottimo testo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...