Alla ricerca di una “via italiana” ai social network

Era nell’aria. Il momento si stava avvicinando. I tempi erano maturi. Ecco quindi che il Larica  di Urbino lancia un progetto di ricerca che ha come tema i social network ed il loro impatto nello specifico panorama socio-culturale italiano.

Social Network Sites Italia – questo il nome del progetto – ha l’obbiettivo di studiare

le nuove strategie di costruzione dell’identità, i cambiamenti nelle dinamiche sociali che avvengono fra utenti dei siti di social network e l’impatto di queste sulla società italiana (rapporti di potere, riconoscimenti generazionali, diffusione della new media literacy, sistema dei media).

L’attenzione si focalizzerà sugli utenti dei social network  ma non sarà  limitata a quanto avviene all’interno di questi sistemi poiché

le relazioni che avvengono attraverso i siti di social network non sono altro che estensioni dei rapporti sociali in essere e che, al tempo stesso, anche i rapporti mediati con i propri contatti non si esaurisce di certo con questi siti (si pensi a titolo d’esempio ai sistemi di messaggistica istantanea o agli SMS nel caso dei giovani). [Il progetto cercherà] di capire come queste relazioni cambiano in intensità e frequenza, come si distribuiscono attraverso i diversi media e che influenza abbia il fatto che esse abbiano luogo nello spazio mediato di rete.

Particolarmente interessanti mi sembrano due sotto-linee di ricerca; quella che indagherà sugli utilizzi creativi e non ortodossi – e per questo spesso osteggiati dalla “direzione” – di funzionalità e servizi e quella che

cercherà di gettare luce sui rapporti fra gli utenti dei siti di social network e chi invece non partecipa direttamente osservando dall’esterno queste nuove modalità di instaurare e mantenere legami sociali ed apprendendo prevalentemente dai mass media le informazioni necessarie per comprendere il fenomeno. Particolare attenzione verrà posta in questo contesto al rapporto fra genitori e figli.

Il progetto, ancora nella fase preliminare, chiama a raccolta, oltre che docenti, ricercatori e studenti, anche aziende, privati e blogger e chiunque abbia indicazioni e suggerimenti da fornire. Ulteriori informazioni sul sito appena aperto.

Chissà se da questa ricerca emergerà una “via italiana” alle reti sociali online, derivante magari dalla tradizione italiana fatta di comuni, di contrade, di piazze, di bar ovvero di quei luoghi di socializzazione così radicati nel nostro paese fino a qualche decennio fa?

update: qui Fabio Giglietto, uno degli ideatori,  parla del progetto

One thought on “Alla ricerca di una “via italiana” ai social network

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...