Le illusioni perdute

Che anche nel magico e amichevole mondo del social web, delle relazioni sociali e professionali online, dei contatti reticolari, dei legami deboli (troppo deboli?) della collaborazione e dell’interazione ci siano comportamenti quanto meno discutibili? Per esempio, se indirizzo ad un’azienda peraltro molto “2.0”  un mio cliente che automaticamente diventa un possibile cliente per tale azienda, […]

Fenomenologia minima di Facebook

Il numero e la varietà dei “Gruppi” di Facebook richiederebbe una piccola indagine sociologica, se non antropologica. Limitandoci all’Italia, le migliaia di gruppi  forniscono alcune indicazioni interessanti sull’attuale stato – emotivo, se non altro – della società italiana.O perlomeno di coloro che hanno donato il proprio profilo – e la propria anima – a Facebook. […]

romecamp tra tecnologia, ambiente e società

Venerdì sarò al romecamp dove riproporrò la presentazione sull’ipotesi di un corso di laurea in Scienze del Web. Non amo ripetermi ma in questo caso farò un’eccezione, visto che considero l’argomento un pretesto per conversare su presente e futuro della Rete (e dell’università italiana). Tra i tanti interventi previsti mi piacerebbe poter seguire quelli di […]

I social media come strumento di ricerca

With the rise of social media, however, many people are, for their own purposes, generating exactly this kind of data for us traces of their communicative interactions as they work out their thoughts about matters of common concern. They are doing so on a wide range of subjects, under a wide range of different institutional […]

Facebook per ricercatori

Un gruppo di scienziati di Harvard in collaborazione con altri colleghi di diverse università internazionali sta sviluppando un progetto per creare una piattaforma di social networking tipo Facebook calibrata sulle esigenze del mondo della scienza e della ricerca. L’obbiettivo è quello di utilizzare strumenti e filosofie del Web 2.0 per facilitare la comunicazione tra i […]

Textum

La parola latina textum letteralmente significa “la ragnatela”, “the web”. Florian Cramer da un intervento presentato alla conferenza New Network Theory di Amsterdam, giugno 2007. Qui la raccolta dei papers e degli abstracts della conferenza (pdf, 23 Mb).